giovedì 31 dicembre 2015

Best and Worst of 2015 + Buoni propositi per il 2016

Buongiorno a tutti! E anche il 2015 è passato, non riesco ancora a crederci! A differenza dello scorso, che ho completato la 2014 Goodreads Challenge proprio a pelo, quest'anno ho superato il mio modesto obiettivo di 50 libri, leggendone 54 (a dir la verità 53, ma mi mancano una cinquantina di pagine a Star Wars - Una nuova Speranza e penso proprio di farcela in una giornata intera). 
Ho deciso comunque di fare un piccolo elenco dei libri migliori e peggiori che ho letto quest'anno!

 photo p 2_zpsapc7azlm.jpg
Aristotle & Dante Discover the Secrets of the Universe, di Benjamin A. Saènz. Penso di averne parlato abbastanza, ma questo libro mi è veramente entrato nel cuore. Per chi non sappia di cosa sto parlando, questa è la storia di Aristotle e Dante, che si incontrano e per quanti chilometri possano separarli, non si separeranno mai. Non solo è il migliore del 2015, ma il migliore che abbia letto in assoluto

Jane Eyre, di Charlotte Brontë. Non posso trascurare questa piccola perla. Questo libro mi ha fatto piangere dalla tristezza (che caratterizza questo libro) e sdegnare e in alcuni punti ho sentito il mio cuoricino che si scioglieva per la mole incredibile di tenerezza. Libro lunghino che ho letto in un soffio. Ne vale la pena.

L'innocenza, di Tiffany Reisz. Okay, sto barando. Ho già letto questo libro. Ma l'ho riletto e asdfghjkl è troppo, troppo bello. È esilarante ma allo stesso tempo fine, e Dio, mi ha fatto venire i brividi. Nora, la protagonista, affascina tutti i lettori. Io me ne sono innamorata.

Pianoforte vendesi, di Andrea Vitali. Questo piccolo libro (davvero, è cortissimo), è in realtà un enorme tesoro. Scritto benissimo, la narrazione che scorre perfettamente, un finale che lascia a bocca aperta. Davvero carino.
 photo p 1_zpsclr6mzzv.jpg
La Chimera, di Sebastiano Vassalli. Non sono nessuno per criticare questo libro, lo so. Ma posso dire che è sicuramente uno dei più brutti che abbia mai letto. È come se qualcuno abbia preso un racconto, con una trama quasi decente, e ci abbia ficcato in mezzo biografie lunghe, noiose e vuote di personaggi inutili per la trama. Inoltre, è veramente, veramente pesante

Resta Anche Domani, di Gayle Forman. Che-cos-è-questo-libro. Trama veramente (passatemi il termine) poraccia, mix di flashback e ricordi che avrei saltato volentieri. 

Life and Death, di Stephenie Meyer. Nonostante apprezzi molto la saga di Twilight, questo libro non mi è proprio piaciuto, per una serie di ragioni abbastanza stupidi ma che mi assillavano mentre leggevo, come per esempio: "Ma se è una revisione di Twilight, perché ci sono cose che sono così diverse?" Come sapete, si tratta di una versione gender bender (cioè con i sessi invertiti), di Twilight. Ma in realtà è molto peggio. Twilight non è scritto benissimo, ma questo non ha paragoni..

Paper Towns (Città di Carta), di John Green. L'idea delle città di carta, di questo mondo finto e fragile, mi è piaciuta molto, ma ho trovato la trama (praticamente uguale a quella di Cercando Alaska, libro a mio parere molto più riuscito di questo), molto noiosa e abbastanza scontata. Finale veramente brutto (e non perché finisce in un certo modo, ma perché non penso che possa essere considerato un vero finale). Personaggi originali che se non avessi letto altri suoi libri avrei amato alla follia, ma che in fondo -mi sono resa conto- sono sempre gli stessi

Regina Rossa, di Victoria Aveyard. In questo caso si può dire: last and least. Ho insultato questo libro e la sua autrice come pochi altri. L'idea di partenza (quella del sangue rosso e argenteo) è originale, ma i personaggi e le loro abilità sono copie sputate di quelle Marvel, una cosa che veramente ho odiato. E pensare che mi aspettavo grandi cose da un libro del genere. 

 photo kk 186 x 50_zpsncteenft.jpg
Dando un'occhiata ai buoni propositi dell'anno scorso, posso dire di essere abbastanza soddisfatta. Ho letto più di 50 libri, poi sono riuscita anche a leggere libri "più teorici" (cit.) come uno o due di Stephen Hawking e alcuni sul mondo romano e greco. Per quanto riguarda Harry Potter purtroppo ho riletto solo i primi quattro e non l'intera saga. SighMi ero poi prefissata 15 obiettivi, che ho raggiunto, yay!

Quanto al 2016 non sono molto ambiziosa, quindi non posso dire di avere dei particolari propositi per quest'anno. Ovviamente mi piacerebbe leggere più di 50 libri, ma il mio limite minimo è sempre quello. D'estate cerco di rifarmi un po', ma la scuola è sempre il problema di base. Per cambiare saga, mi piacerebbe questa volta mettermi alla prova con Il Signore degli Anelli. Potrei farcela. Forse.


E invece, quali sono i vostri libri preferiti del 2015? E i vostri buoni propositi? Fatemelo sapere e buon anno a tutti!
A presto, Sara ♥

sabato 19 dicembre 2015

November/December Wrap-up

Non so nemmeno come iniziare questo post. Quindi cercherò di fare del mio meglio. Davvero.
Ciao a tutti. Come (forse?) avrete notato, sono stata assente per quasi due mesi. E non era mai successo. Non per così tanto tempo, almeno. Ma lasciate che vi spieghi il semplicissimo motivo per cui non ho più pubblicato: non avevo nulla da scrivere.
Sapevo che la terza sarebbe stata dura. In più con tutte le nuove materie, e i nuovi professori-- Me lo aspettavo. Eccome. Ma non così.

Sono fiera di me (sì, e anche molto modesta) perché posso dire di aver superato questo trimestre bene, ma con uno sforzo incredibile. Non avevo il tempo materiale per leggere. E quando dico così, non scherzo, anzi, sono serissima. Ci sono state settimane in cui avevo una verifica al giorno. Per non parlare dei giorni in cui ne avevo due, e tra l'altro (grazie alla mia fortuna con la C) anche di materie leggere come greco e latino. Lo stesso giorno. 
Quindi ho ri-iniziato a leggere solo ora, e purtroppo per altri motivi i libri sono sempre gli stessi. Ma manca una settimana a Natale e sono stata una brava bambina. Quindi, chi lo sa?

 photo Immagine - Copia 60 x 48_zpslhvh5xmp.jpg
Quanto a libri purtroppo, come ho già detto, ho letto poco e niente. Ma ne ho scaricati un sacco. 
Ho finito proprio l'altro giorno "La teoria del tutto", di Stephen Hawking. L'inizio mi è piaciuto moltissimo, l'ho trovato interessantissimo, pieno di fatti davvero incredibili. Ma man mano che andavo avanti era sempre più difficile (il che è totalmente comprensibile), ma per leggere anche solo una pagina ci mettevo un sacco. Il finale, ovvero il punto saliente, dove pensavo di poter arrivare solo dopo aver letto cento pagine di pura scienza, non è un vero finale. Mi ha lasciato con l'amaro in bocca. Alla fine in poche parole -spoiler?- non esiste nessuna teoria del tutto. Inoltre ho trovato Hawking estremamente egocentrico, addirittura altezzosoHo riletto (e studiato) per scuola "Perfino Catone scriveva ricette", di Eva Cantarella, libro stra-consigliato. È veramente uno dei pochi che sono veramente per tutti. Inoltre, il suo stile (in questo libro) è semplice e leggero, poiché si tratta di "tracce, fili, spie di momenti di vita".Infine, ho riletto "Pulp", di Charles Bukowski, che non mi ricordavo assolutamente così strano. C'è solo un termine per definire questo libro: fucked-up.
Attualmente sto leggendo "L'amore bugiardo (Gone girl)" di Gillian Flynn, che -forse è troppo presto per dirlo- potrebbe diventare uno dei miei libri preferiti.

 photo Immagine - Copia 3 56 x 38_zpsuaoju97j.jpg
Ho visto molti film, in compenso. Andando per importanza, mi sono vista tutti gli Star Wars in onore dell'uscita del VII Episodio, che sono andata a vedere ieri al cinemaQuanti feelings. Troppi; grazie al cielo sono serviti a rimpiazzare i numerosi dejà-vuHo pianto, dico solo questo. 
Ho finalmente guardato Pulp Fiction, anche se non ho ancora bene capito cosa pensare a riguardo dato che è uno dei film più strani che abbia mai visto. 
Altro classicone, Matrix, anche soprannominato il-film-più-filosofico-di-sempre. Assurdo anche questo.
Poi Submarine, di cui ho assolutamente intenzione di leggere il libro di Joe Dunthorne, anche se ho letto che è molto più strano del film, e Genio Ribelle, film di cui mia madre mi parla da anni e che mi sono sempre rifiutata di guardare (anche se ora non riesco a capire il perché).
 Mi sono entrambi piaciuti moltissimo. E infine, Eternal Sunshine of the Spotless Mind (ovvero Se mi lasci ti cancello, titolo orribile), che, nonostante l'abbia trovato decisamente difficile da seguire, mi è piaciuto davvero tantissimo!
 photo Immagine - Copia 4 68 x 38_zpsq2eymhnw.jpg
"Altro" sarebbe la sezione dove sclero di cose. Cose dell'internet. Cose importanti, insomma.
Come il trailer di Captain America: Civil War. AIUTO. I miei feelings Stony sono andati a quel paese. Non penso di essere pronta. Non penso. E odio Bucky. È ormai un mantra. Cattivo Bucky. Cattivo.
O, il trailer di X-Men: Apocalypse. Al contrario di quello di Civil War, in questo ci sono poche, ma proprio poche scene su cui fangirlare. Purtroppo. Sembrano averlo fatto apposta, perché io so che Bryan Singer mi vuole male, tanto tanto male.
E last but not least, il trailer di Fantastic Beasts and Where to Find Them. Devo essere sincera, non sono ancora del tutto convinta. Ma c'è Eddie Redmayne. E quindi va tutto bene. A proposito, sul diario sto facendo il conto alla rovescia di quanti giorni mancano a The Danish GirlJust sayin'.C'è inoltre una sfilza infinita di
film che non vedo l'ora che escano, tra cui: Piccoli Brividi (eddai, c'è Jack Black), I saw the light High Rise (di cui leggerò prima il libro, e poi c'è Tom ♥), Deadpool (obv), Machbeth (con Michael ♥), Alice Through the Looking Glass (con Sacha Baron Cohen che io adoro e stra-adoro) e sicuramente altri di cui mi sono momentaneamente dimenticata. Ma sono così tanti che ci sta anche.
Infine, ho deciso anche di cambiare grafica, dato che le foglie non sono proprio adatte a tempo. Volevo qualcosa di più natalizio/invernale. Spero che questa nuova vi piaccia lo stesso! Quest'anno non ho sentito molto l'atmosfera natalizia (anche perché a casa dobbiamo ancora fare l'albero), ma si è sempre in tempo. 

E voi, cosa avete fatto in questi ultimi tempi? Fatemelo sapere, sono curiosa!
A presto (si spera), Sara ♥